[recensioni] – il lettore Giancarlo su facebook

La nostra writer Loriana ha ricevuto questo bel messaggio da Giancarlo Molinari, amico e autore del romanzo “La borsa da viaggio blu” (edizioni Arpeggio Libero) che, questa volta nelle vesti di lettore, ha espresso un giudizio sulla raccolta di 4 PETALI ROSSI.

Ecco il testo del messaggio:

Carissima Loriana, ti parrà strano leggere il mio scritto sulla tua pagina di buon mattino, ma ho appena finito di rileggere, in due ore scarse, Quattro Petali Rossi, consumando un bel po’ di lacrime, di cui non mi vergogno affatto. In questi giorni mi sveglio presto, alle cinque, perché Paola, finalmente, ha trovato lavoro, per ora provvisorio, poi si vedrà. L’intenzione, congedata lei, era di tornare a dormire, ma sul tavolo avevo i Quattro Petali e aprendolo mi era venuto voglia di scorrere qualche pagina, non avevo potuto più lasciarlo, fino al termine. Finito, ho sentito il bisogno di commentarlo qui, per condividere con te le mie impressioni e l’emozione provata leggendo i quattro racconti. Anche se non dovrei, tralascio i complimenti sugli stili di scrittura, mi farebbe vergognare troppo paragonandoli al mio.

Bella da rubare, della signora Anna Berna, mi ha portato, immediatamente, nell’aura della condizione femminile di figura corporea, come fosse solo lì il valore di donna. Qualche lacrima di rabbia e molte di ammirazione per il coraggio della protagonista Gaia. Per finire, anche qualcuna di sollievo a l’epilogo positivo.

Subito dopo però, ho incontrato il tuo  [Il coraggio di raccontare, di Loriana Lucciarini, n.d.r.] e mi sono lasciato lacerare. L’avevo già letto, ma oggi, anche se può apparire assurdo, è come fossi entrato nei panni e nel corpo di Selina, avessi subito io, che pure, nemmeno da bambino, qualcuno ha profittato di me, la violenza ripetuta e ripetuta sul suo corpo ancora acerbo di tredicenne. Le mie lacrime erano le sue, la sua umiliazione era la mia, il suo percorso per rinascere lo sto ancora soffrendo. La sofferenza provata, aveva un po’ impedito di cogliere appieno il senso degli altri due racconti, dovrò rileggerli per meglio capirli

capture-20160913-162318

Di stupro ho scritto e non smetterò di scriverne, anche se mi fa vergognare d’appartenere al medesimo sesso dei colpevoli, a pensare come sia possibile che un maschio non sappia contenere la bestia generata, fin dai primordi, da un supposto senso di superiorità di genere, come trovasse identità solo nella forza muscolare, senza capire che non può essere piacere l’atto sessuale carpito con violenza, che se umilia una donna commettendolo, contemporaneamente umilia ancora di più sé stesso, che umilia ancora di più la parte migliore del proprio corpo: il cervello, quella macchina meravigliosa racchiusa nel cranio di tutti. Quando mai impareremo a usarlo correttamente, noi maschi? Ecco, se oggi, pur senza volerlo, il tuo racconto mi ha obbligato a calarmi nel corpo e nel cervello di una ragazzina stuprata, sono certo che non potrei mai calare nel corpo e nel cervello del contrario, finirei suicida.
Scusa Loriana se mi sono permesso di rubare un po’ di spazio alla tua pagina.

Giancarlo Molinari


Un sentito ringraziamento a Giancarlo da parte delle 4writers e degli altri soggetti che hanno dato vita al progetto 4 Petali Rossi.

Vi ricordiamo il link diretto per acquistare il volume 4 PETALI ROSSI, FRAMMENTI DI STORIE SPEZZATE che sostiene la Casa delle donne nella Marsica di BeFree –> qui

Annunci

One thought on “[recensioni] – il lettore Giancarlo su facebook

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...